Laboratori

Home/Laboratori

KALONGO Uganda 2011

STATO: Attivo

PERIODO DI ATTIVITÀ:  Dal 2009

LABORATORI: Gennaio 2009; Gennaio-Febbraio 2011; Aprile 2012

LUOGO: 3°02’44.9″N 33°22’00.1″E

Gli abitanti di Kalongo appartengono al ceppo etnico dei Nilotici presenti principalmente nella zona di confine tra Uganda e Sudan del Sud, esodati dai propri villaggi d’origine a causa della Guerra civile, ospiti del campo profughi di Kalongo.
Appartenenti ad una cultura fondata sul sistema dei clan, sostenuta da una concezione della famiglia allargata, sono economicamente legati all’agricoltura di sussistenza; vivono oggi in un contesto sociale fortemente compromesso, privati delle relazioni e dei sistemi tradizionali di soccorso a causa dell’esodo dovuto alla Guerra.

Obiettivi: aprire un laboratorio permanente di fotografia e fornire le basi di un lavoro.

Tematiche: la vita nel campo profughi; l’agricoltura tradizionale; i problemi sanitari; autoritratti.

Partecipazione: 20 allievi di etnia Acholi (pron. Acioli) di età compresa tra 13 e 17 anni, studenti della St. Charles High School.

Svolgimento: lezioni pratiche di fotografia; realizzazione delle interviste; realizzazione di un reportage; mostra di fine corso negli spazi della St.Charles High School; mostra finale al museo nazionale di Kampala. Progetto in rete con FONDAZIONI4AFRICA VIDEO GALLERIA

GAZA Palestina

STATO: Attivo

PERIODO DI ATTIVITÀ: dal 2011

LABORATORI: Marzo 2011; Dicembre 2014

LUOGO: 31°30’0″N, 34°28’0.01″E Città di Gaza, nella Striscia, sottoposta a embargo. Le ostilità con lo stato Israeliano, creano uno stato permanente di emergenza sociale, sanitaria ed economica.

I partecipanti al corso di fotografia, organizzato in collaborazione con gli artisti del collettivo Windows From Gaza, hanno nell’avvicinamento all’arte, sia pittorica che fotografica, un occasione per ricreare una propria individualità e sviluppare uno sguardo autonomo sulla propria quotidianità. La vita quotidiana a Gaza fuori dal conflitto.

12 allievi di età compresa tra I 10 e I 15 anni.

lezioni pratiche di fotografia; realizzazione delle interviste; realizzazione di un reportage; mostra di fine corso negli spazi del centro artistico Windows From Gaza. Centro Italiano di Scambio Cutlutrale ‘Vik’ (Gaza City)

Shababik Windows from Gaza for Contemporary Art GALLERIA

USTUPO Panamá

STATO: Attivo

PERIODO DI ATTIVITÀ: dal 2010

LABORATORI: Novembre 2010; Febbraio 2012

LUOGO: 9°08’00.0″N 77°55’40.0″W I Kuna vivono in tre comarcas politicamente autonome, rette da un Sahila e da un consiglio degli anziani. La maggior parte vive nelle isole San Blas, piccolo isole lungo la costa caraibica di Panama.

Indipendenti dal 1925 I Kuna difendono con tenacia le proprie origini culturali e la propria indipendenza. Fortemente legati alla trasmissione orale della cultura, sono oggi impegnati in un progetto di conservazione della cultura: hanno fondato un museo e da pochi anni hanno elaborato un alfabeto per la scrittura della propria lingua. Obiettivi: aprire un laboratorio permanente di fotografia e fornire le basi di un lavoro.

Tematiche: rappresentazione dei costume tradizionali degli indigeni di etnia Kuna, con particolare attenzione alla celebrazione del Giorno dell’Indipendenza e al ruolo della donna nella società Kuna.

Partecipazione: 15 studenti di età compresa tra 13 e 19 anni del villaggio di Ustupu.

Svolgimento: lezioni pratiche di fotografia; realizzazione delle interviste; realizzazione di un reportage; mostra di fine corso nel museo di Cultura Kuna di Ustupu

Fundación para la Promoción del Conoscimiento Indigena F.P.C.I. (Panamá) VIDEO GALLERIA Ustupu 2010 [image link=”” linktarget=”_self” image=”http://www.fotografisenzafrontiere.org/w

KALONGO Uganda 2009

STATO: Attivo

PERIODO DI ATTIVITÀ: Dal 2008

LUOGO: 3°02’44.9″N 33°22’00.1″E

Gli abitanti di Kalongo appartengono al ceppo etnico dei Nilotici presenti principalmente nella zona di confine tra Uganda e Sudan del Sud, esodati dai propri villaggi d’origine a causa della Guerra civile, ospiti del campo profughi di Kalongo.
Appartenenti ad una cultura fondata sul sistema dei clan, sostenuta da una concezione della famiglia allargata, sono economicamente legati all’agricoltura di sussistenza; vivono oggi in un contesto sociale fortemente compromesso, privati delle relazioni e dei sistemi tradizionali di soccorso a causa dell’esodo dovuto alla Guerra.

Obiettivi: aprire un laboratorio permanente di fotografia e fornire le basi di un lavoro.

Tematiche: la vita nel campo profughi; l’agricoltura tradizionale; i problemi sanitari; autoritratti.

Partecipazione: 20 allievi di etnia Acholi (pron. Acioli) di età compresa tra 13 e 17 anni, studenti della St. Charles High School.

Svolgimento: lezioni pratiche di fotografia; realizzazione delle interviste; realizzazione di un reportage; mostra di fine corso negli spazi della St.Charles High School; mostra finale al museo nazionale di Kampala. Progetto in rete con FONDAZIONI4AFRICA

GALLERIA GALLERIA

AIDA CAMP Palestina

STATO: Work in progress

PERIODO DI ATTIVITÀ:  Maggio – Giugno 2010

LUOGO: COORDINATE GOOGLE Ambientale/Socio-culturale: Aida Camp, Betlemme, Palestina مخيم عايده Il Laboratorio è stato allestito nel campo profughi di Deisheh, nei pressi di Betlemme, popolato da circa 13.000 abitanti che vivono dell’assistenza dell’UNRWA e di cui il 60% sono bambini; nel campo vi è un alto tasso di disoccupazione e le condizioni abitative sono precarie. L’unico centro d’aggregazione giovanile è il centro culturale IBDAA www.vivalapacenelmondo.it GALLERIA

SAHARAWI Algeria

STATO: Attivo

PERIODO DI ATTIVITÀ:  Dal 1997

LUOGO: 13°28’59.8″N 86°34’59.7″W

GALLERIA

GALLERIA

MANAGUA Nicaragua

STATO: Attivo

PERIODO DI ATTIVITÀ:  Dal 1997

LUOGO: 13°28’59.8″N 86°34’59.7″W

Somoto è una città del Nicaragua, uno dei paesi tra i più poveri dell’America Latina.
Situata sulle colline a nord del paese, si trova lungo la Panamericana, a 16 km dal confine con l’Honduras. L’economia è basata fondamentalmente sulla produzione Agricola a conduzione familiare, che fornisce il 40% del PIL nazionale.
Il 50% della popolazione vive in condizioni di precarietà e povertà.
I giovani partecipanti ai corsi di fotografia sono figli di contadini dei villaggi intorno alla città.

Obiettivi: aprire un laboratorio permanente di fotografia e fornire le basi di un lavoro.

Tematiche: raccontare l’infanzia e la vita quotidiana, concentrando l’attenzione sui Diritti dell’Infanzia.

Partecipazione: 2 gruppi di bambini di età compresa tra i 9 ei 13 anni.

Svolgimento: lezioni pratiche di fotografia; realizzazione delle interviste; realizzazione di un reportage; mostra di fine corso negli spazi della onlus NATRAS. Mostra di fine corso negli spazi della onlus NATRAS

GALLERIA

GALLERIA