Dopo le tappe di Milano, Siena, Parma e Torino, la mostra ‘Autoritratto di Kalongo‘ ha trovato una nuova prestigiosa sede  espositiva tra i palazzi, le chiese e lungo le vie del centro storico di Bassano del Grappa.

L’esposizione, inaugurata il 16 settembre, è parte integrante della programmazione della Biennale Bassano Fotografia, promossa dall’amministrazione cittadina, il comitato ProBassano e sponsorizzata da Manfrotto. Un’articolata kermesse dedicata alla fotografia con grandi ambizioni e bellissime mostre di autori di fama internazionale come Douglas Kirkland, Harry De Zitter, Massimo Siragusa e molti altri, ospitate nelle sale del Museo Civico e allestite con una cura museale. Completano il panorama numerose esposizioni di professionisti e di giovani autori  che hanno trovato spazio in chiese, palazzi , librerie, e in 160 negozi della città. La manifestazione prevede un mese di workshop, dibattiti e incontri con autori. Per saperne di più.

La  grande mostra itinerante open air nata dalla partnership con le quattro fondazioni bancarie del gruppo F4A, e le ONG CESVI, COOPI e AMREF, perfettamente inserita nel bell’ambiente della cittadina veneta, continua a svolgere la propria funzione educativa nel trasmettere un messaggio di libertà e dignità e nel raccontare l’Africa attraverso gli scatti dei giovani allievi del laboratorio di Kalongo in Uganda .  La  mostra sarà  a Bassano fino al 30 Ottobre per poi prendere la strada per Novara, nei portici attigui al chiostro del broletto, prossima tappa di questo lungo tour, che l’ ha vista esposta nelle più belle piazze italiane.